Home Page MotoGatti.it
EUautopezzi.it
> Benvenuto, visitatore
Devi Registrarti per poter avere pieno accesso al sito

 Vedi Utenti con foto

Nome utente

Password


ricorda  si  no



Ci sono 13 utenti online:
0 membri e 13 visitatori
Spider Crawl , Spider Robot

 Meteo per domani
Clicca per vedere le previsioni per i prossimi 4 giorni in Italia

> Ultime Discussioni
Beppe @ 01-1-17 17:39
Visite: 1.118   Risposte: 1
francesco1098 @ 06-7-16 21:39
Visite: 1.389   Risposte: 0

www.auto-doc.it

 Pirelli Angel Street, Il Test
Pirelli Angel Street, il test

Si è tenuto lo scorso weekend un interessantissimo test di durata sul famoso anello velocistico di Nardò, che ha accompagnato il lancio mondiale del nuovo pneumatico Pirelli Angel Street. Questo pneumatico sostituisce il precedente Diablo Strada sfruttando concezioni e soluzioni costruttive veramente inedite e mai utilizzate finora.

Nuova la piattaforma di base, nuova la carcassa e nuova anche la mescola. Il disegno infine propone un aggressivo profilo, dotato di intagli che simulano la stilizzazione del profilo di una angelo e quello di un diavolo. Così mentre potevamo testare il nuovo Angel su strada per circa 300 km sulle tortuose strade costiere del salento con tutte le più diffuse moto stradali e sport tourer contemporaneamente i vari piloti si alternavano alla guida di due maxi sport bike per riuscire a segnare nuovi e numerosi record velocistici.

Il Pirelli Angel è destinato in pratica a tutte le moto con destinazione stradale, ponendo come prerogative principali la durata chilometrica e una grande tenuta di strada in ogni condizione. In particolare la superiorità di questo pneumatico viene fuori in casi come asfalto umido, bagnato, sporco o climi molto rigidi. Inoltre il nuovo Angel si distingue per un bassissimo Time di Warm Up, in pratica il tempo necessario un il riscaldamento del pneumatico tale da erogare almeno l’80% delle sue performance.


Immagine non Disponibile


Immagine non Disponibile


In questa fase i pneumatici sportivi si rivelano a volte meno rapidi, fattore invece fondamentale ad ogni avvio della moto soprattutto con climi esterni non particolarmente miti. Importantissima anche la resistenza all’affaticamento che riguarda la capacità di un pneumatico di viaggiare a velocità elevate (nell’ordine dei 200km/h) in modo continuativo per molto tempo e con un elevato carico verticale sul pneumatico.

Questo carico sul pneumatico è proporzionale sia alla potenza e coppia erogate dalla moto, sia alla resistenza aerodinamica del mezzo, sia al peso della moto più pilota, più eventuali bagagli e passeggeri. Ad esempio in condizioni di velocità costantemente molto elevate e pesi gravosi un pneumatico supersport non riesce certo a garantire grandi percorrenze e affidabilità. Mentre invece in queste situazioni un buon pneumatico sport tourer riesce a dimostrare efficacemente tutta la sua validità. Un altro salto generazionale introdotto dal nuovo Angel riguarda però la guidabilità con tre concetti come: la stabilità e precisione in velocità, il grip in piega e la maneggevolezza.

Questi tre importantissimi aspetti sono stati migliorati sensibilmente rispetto al Diablo Strada conferendo a questo pneumatico livelli indiscutibilmente al Top tra i pneumatici Sport tourer, tutto questo senza sacrificare la capacità di garantire elevate percorrenze chilometriche. Ma se per testare la bontà delle doti dinamiche, nella guida in ogni condizione abbiamo affrontato le tortuose strade del salento con numerosi modelli di moto, toccando con mano soprattutto la capacità di questo pneumatico di tramutare in moto docili e maneggevoli anche le grandi tourer di elevata cilindrata, non disdegnando qualche tratto autostradale per testarne anche stabilità e precisione sui percorsi più veloci.



Clicca sull'immagine per Ingrandirla
Clicca per ingrandirla!



Clicca sull'immagine per Ingrandirla
Clicca per ingrandirla!



Immagine non Disponibile


Per quanto concerne la durata del pneumatico e la capacità di sopportare elevati sforzi per lunghi periodi di solito siamo costretti ad accontentarci dei valori dichiarati dalle rispettive schede tecniche e informative. Tali valori nel caso del nuovo Angel ST si agirano intorno ai 10-15.000km per il pneumatico posteriore a seconda del tipo di utilizzo. Mentre per quello anteriore si raggiungono tranquillamente percorrenze dell’ordine dei 20.000km.

Per toccare con mano tali valori lo staff Pirelli ha organizzato sul circuito pugliese di Nardò, un anello velocistico della lunghezza di circa 12km, alcuni tentativi di segnare nuovi record velocistici e di durata. Le moto utilizzate sono una Suzuki Hayabusa 1.300cc e una Kawasaki GTR 1.400cc. La prima ha realizzato numerosi record di percorrenza tra i quali il più importante che prevede la possibilità di sfrecciare per 25 ore no stop (a parte rifornimenti e cambio pilota) ad un velocità media di circa 230km/h utilizzando per 24 ore un unico treno di pneumatici.

In questo modo lo staff tecnico di Pirelli ritorna sul prestigioso Centro Prove di Nardò con i rappresentanti delle pubblicazioni del settore moto di tutto il mondo per partecipare al Record Mondiale di 24h di alta velocità nelle giornate del 14 e 15 marzo. Parte integrante del lancio dinamico del nuovo prodotto sport-touring ANGEL ST, Pirelli ha stabilito otto Record Mondiali di Durata cronometrata (su distanza e tempo), ciascuno con velocità media corrispondente.

Tra i vari record stabiliti durante questo evento risalta quello mondiale di durata sulle 24h, uno nella categoria FIM A11 (classe da 1000cc a 1350cc) e l’altro sulle 12 ore nella Categoria FIM A12 (classe da 1350 a 2000cc). Nella classe A11 lo staff del Dipartimento di Sperimentazione Pirelli e gli ospiti stampa hanno percorso 5137.784 km con una media di 213.961 km all’ora a bordo di una Suzuki Hayabusa 2009, stabilendo il nuovo record del mondo. Altro record mondiale di durata di 24h, stabilendo così il record mondiale assoluto.

Nella classe A12 a bordo di una Kawasaki GTR 1400 modello 2009, i piloti hanno percorso anno coperto 2502.873 km and averaged 208.573 km/h stabilendo il primo record mondiale sulle 12 ore in questa categoria. Per quanto riguarda le altre prove, tutti nella classe A12, per le quali non vi sono precedenti segnalazioni, sono stati registrati i seguenti record Mondiali con le
corrispondenti distanze e tempi:

A12 (classe > 1350cc - 2000cc) Nuovi Record Mondiali
Distanza Tempo Vel. Media Tempo Distanza Vel. Media
10km 2:29.987 240.021 km/h 1 hr 222.752 km 222.752 km/h
100km 26:08.277 229.551 km/h 6 hr 1320.244 km 220.041 km/h
1000km 4:30:20.514 221.123 km/h 12 hr 2502.873 km 208.573 km/h


Immagine non Disponibile


Immagine non Disponibile


Lo staff tecnico Pirelli che ha partecipato a questo evento, compresi i direttori sia della Ricerca & Sviluppo sia della Sperimentazione, ha percorso i primi giri dalla partenza e poi si sono alternati alla guida durante la notte, aggiungengo così altri record a quelli da loro stessi raggiunti nel giugno 2000 nella categoria A11 a bordo di una Suzuki Hayabusa 2000.

A11 (classe > 1000cc - 1350cc) I Record del 2000
Distanza Tempo Vel. Media Tempo Distanza Vel. Media
10km 2:09.480 278.035 km/h 1 hr 246.935 km 246.935 km/h
100km 20:25.290 293.808 km/h 6 hr 1618.550 km 269.758 km/h
1000km 3:38:03.10 274.954 km/h 12 hr 3043.565 km 253.630 km/h

Per Pirelli le piste sono il nostro laboratorio a cielo aperto - spiega Guglielmo Fiocchi, direttore generale della Divisione Moto di Pirelli Tyre -. I piloti della Superbike sono i migliori tester che si possano desiderare, i quali ad ogni gara ci offrono spunti di riflessione e di miglioramento. E’ anche così, oltre che dalla continua innovazione prodotta dai nostri laboratori in Italia e Germania, che nascono prodotti come l’Angel ST”.

Dal punto di vista tecnico, grazie al disegno battistrada, alle mescole e alla struttura innovative, il nuovo prodotto moto Pirelli assicura massima stabilità e aderenza su asciutto e bagnato e lunga durata in termini di chilometraggio. Angel ST è destinato alle motociclette sport touring (quali la Yamaha FJR 1300, la Suzuki GSX 1300R Hayabusa e la Kawasaki GTR 1400) ed è pensato per le esigenze dei motociclisti che usano quotidianamente le due ruote, ma si trasformano durante i fine settimana e le vacanze in viaggiatori che vogliono godersi il viaggio su strade a curve e in autostrada, concedendosi sprazzi di guida emozionante ma sempre in tutta sicurezza.



Clicca sull'immagine per Ingrandirla
Clicca per ingrandirla!



Clicca sull'immagine per Ingrandirla
Clicca per ingrandirla!




(fonte: motoblog.it) -> Link alla News
 
Scritto da: ConteMario
il, 25 marzo 2009, 12:45

 Foto random - Abbiamo 6612 foto viste 734760 volte in 87 albums e 769 commenti
Motogatti_Giro_in_costiera_amalfitana_locanda_del_fiordo_Furore_04_04_2009_IMG_3672.jpg MotoGatti_Pizza_Minori_20_07_06_0028.jpg Gole_del_Bussento_Morigerati_30_03_2008_DSCN3629.jpg MotoGatti_Maratea_08_01_06_005.jpg

[ DB Queries: 10 ] [ Execution Time: 0,1300 ] Made in STUDIO109